Le cunette stradali: ecco come incanalare le acque meteoriche

Le cunette stradali (o canalette) vengono generalmente impiegate nella realizzazione di stradeparcheggi e piazzali con lo scopo di raccogliere ed incanalare le acque meteoriche superficiali che cadono sulla sede stradale e nelle sue immediate vicinanze. Le cunette si sviluppano in senso longitudinale e vengono ubicate generalmente in corrispondenza delle estremità laterali o nello spazio centrale di una carreggiata stradale a carattere urbano.

Le canalette sono elementi monoblocco realizzati con la caratteristica “schiena d’asino”, vale a dire che presentano un impluvio centrale destinato proprio a facilitare la raccolta e lo scorrimento dell’acqua piovana. Quest’ultima cadendo sulla carreggiata segue la pendenza trasversale per confluire nelle cunette, dove viene raccolta e tempestivamente allontanata, per poi essere convogliata negli appositi pozzetti di raccolta (caditoie) posizionati lungo la strada. Per fare in modo che non si formino pozze ed intasamenti, soprattutto se si tratta di zone pedonali, in fase di progettazione si tende solitamente a concepire la strada con una debole pendenza, in modo da favorire la discesa dell’acqua verso gli appositi pozzetti di raccolta.

A seconda delle diverse tipologie di superficie e delle numerose classi di carico, avremo a che fare con sistemi di drenaggio diversi, tutti regolati da un’apposita normativa. Quest’ultima regola inoltre la fabbricazione, la standardizzazione e le caratteristiche di qualità dei sistemi stessi.

Tra l’ampia varietà di prodotti, la Europietre Giardini si occupa anche della fornitura di cunette in granito, elementi indispensabili per la raccolta ed il convoglio delle acque piovane. Per saperne di più sugli elementi speciali di definizione e completamento delle pavimentazioni stradali, visiona il nostro catalogo online in formato PDF cliccando qui: ELEMENTI SPECIALI IN GRANITO. Per ogni tua eventuale richiesta non esitare a contattarci al seguente indirizzo email info@europietregiardini.it, il team di Europietre Giardini è sempre a tua completa disposizione!

#europietregiardini

Per maggiori informazioni compilate il nostro modulo di contatto

Cordoli stradali in granito: la normativa e i parametri da considerare

Come già esposto precedentemente i cordoli  stradali sono elementi aventi la forma di un parallelepipedo e presentanti una testa, due fianchi, un piede e due giunti. Le caratteristiche dei cordoni in pietra naturale sono ideali per il contenimento e la delimitazione di aiuole, marciapiedi, cigli stradali e giardini.

Prima di effettuare la loro installazione in contesto cittadino, però, è necessario sapere che esiste una vera e propria normativa che regola l’impiego dei cordoli…scopriamo insieme di cosa si tratta!

Il cordolo stradale deve sottostare a determinate direttive e rispondere alla normativa nazionale in base a come vengono progettati gli attraversamenti pedonali. Per quanto riguarda la progettazione preliminare, è necessario considerare 4 parametri:

1. ACCESSIBILITA’, SICUREZZA E COMFORT PER I PEDONI

Vale a dire che bisogna porre particolare attenzione alla tipologia di pavimentazione in modo che non si rilevino scalini pericolosi che possano causare incidenti a pedoni e autisti. E’ bene non dimenticare, inoltre, l’eliminazione di barriere architettoniche e la messa in opera di tutte le attrezzature necessarie per garantire la continuità dell’attraversamento.

2. PERCEPIBILITA’

Consiste nella progettazione di forme e dimensioni e la conseguente collocazione degli attraversamenti in base all’integrazione con la strada e le varie funzioni locali. La scelta della cadenza degli attraversamenti (numero e distanza tra di essi) fa anche parte di questa fase progettuale.

3. RIDUZIONE DELLA VELOCITA’

Questo parametro prevede l’installazione di dissuasori e segnaletica adeguata oppure la creazione di isole di traffico.

4. AUMENTO DELLA VISIBILITA’

Sia per pedoni che autisti, ottenuto tramite l’uso di particolari infrastrutture (tra queste anche le isole pedonali citate in precedenza).

I punti sopraelencati sono da considerarsi molto importanti, in quanto contribuiscono ad una buona riuscita del cordolo stradale.

I cordoli in pietra naturale sono considerati il “prodotto di punta” per la Europietre Giardini, in quanto materiale fortemente commerciato ed impiegato in numerosi cantieri stradali. La nostra azienda dispone infatti a pronta consegna di elementi in numerosi formati e lavorazioni, provvisti della certificazione CE. Scoprili facendo visita al nostro magazzino di Caraglio, in Via Divisione Cuneense! Ti ricordiamo inoltre che per ogni tua eventuale esigenza puoi sempre contattarci all’indirizzo email seguente info@europietregiardini.it!

#europietregiardini

Per maggiori informazioni compilate il nostro modulo di contatto

Caditoie stradali: la giusta soluzione per il convoglio delle acque

Spesso e volentieri, senza rendercene conto, ci imbattiamo sul nostro cammino in numerose caditoie stradali.

Andiamo a scoprire insieme cosa sono e a che cosa servono.

Le caditoie stradali vengono installate con lo scopo di far confluire le acque meteoriche (o anche di lavaggio delle strade) che scorrono in superficie, convogliandole nella rete fognaria urbana. Esse sono spesso posizionate negli impluvi di parcheggi, piazze, strade al fine di evitare l’eccessivo accumulo di acqua nelle aree esposte all’evento meteorico.

Esistono numerose tipologie di caditoie.  Le più conosciute ed utilizzate sono quelle a griglia  e le bocche di lupo; che possono essere in calcestruzzo, ghisa, cemento o pietra naturale.

Gli elementi a griglia sono i più efficienti, sono infatti in grado di far confluire una maggiore quantità di acqua. Vengono solitamente installati al centro delle strade oppure in corrispondenza della cunetta che si forma tra il marciapiede e la strada. L’unico punto a sfavore delle caditoie a griglia è che sono soggette ad intasamento e di conseguenza richiedono pulizie periodiche. Esse sono solitamente di forma quadrata o rotonda e presentano una griglia con fori o trasversale.

Le caditoie a bocca di lupo invece, a differenza di quelle a griglia, sono meno efficienti ma si intasano con più difficoltà. Queste vengono collocate sotto il cordolo formante il marciapiede.

Per far sì che le caditoie svolgano al meglio il proprio compito, è necessario eseguire una rigida progettazione, tenendo conto di numerosi fattori quali la pendenza della strada e la profondità del pozzetto di raccolta; in modo da non dover imbattersi in eventuali problemi in fase di installazione.

Le caditoie in granito commerciate da Europietre Giardini sono resistenti ad ogni condizione climatica, garantiscono la massima resa ed un basso impatto ambientale. Vieni a scoprirle nel nostro magazzino di Caraglio, in Via Divisione Cuneense, oppure inviaci la tua richiesta di preventivo al seguente indirizzo email: info@europietregiardini.it

#europietregiardini

Per maggiori informazioni compilate il nostro modulo di contatto

 

Cordoli in granito: elementi dalle grandi caratteristiche prestazionali

I cordoli stradali (o cordoni) in pietra, denominati anche bordure, sono elementi di forma curva o rettilinea installati con lo scopo di delimitare aiuole, marciapiedi, isole di traffico e cigli stradali.

I cordoli hanno la forma di un parallelepipedo e presentano una testa (la faccia superiore), due fianchi (le facce laterali più grandi), un piede (la faccia inferiore) e due facce laterali più piccole (denominate giunti).

I cordoni in pietra possono assumere lavorazioni differenti in base alla loro destinazione d’uso ed al luogo dell’installazione. Andiamo ad analizzare le loro diverse caratteristiche.

Cordoli lavorati alla punta mezzana: sono elementi grezzi, adatti per essere inseriti in un contesto rustico, grazie a questo tipo di lavorazione la pietra si mantiene  resistente ed al proprio stato naturale.

Cordoli segati e fiammati o bocciardati: sono elementi estremamente eleganti e raffinati, permettono di essere posati non solo in cantieri pubblici, ma anche in cantieri privati dove è richiesta una maggiore perfezione estetica.

La posa in opera delle cordonate in pietra formanti la delimitazione di una pavimentazione, di un’aiuola, una rotonda o un marciapiede, avviene seguendo un procedimento ben preciso.

Con l’ausilio di punte e corde apposite vengono determinati l’allineamento e le quote di posa, tenendo sempre conto delle necessarie ed eventuali pendenze. Sullo strato di sottofondo si provvede poi a predisporre il letto di posa costituito da sabbia/cemento umido dosato. Una volta trovato il giusto allineamento e livello, il piede della cordonata viene poggiato completamente sulla malta di allettamento. Si procede quindi in seguito al rinfiancamento con malta cementizia, in corrispondenza delle giunzioni tra un  elemento e l’altro. In un secondo tempo si provvede poi alla sigillatura dei giunti, che saranno costipati di boiacca cementizia e quindi stilati e ben ripuliti con acqua e spugne.

I cordoli in granito, a differenza di quelli in cemento, sono più resistenti, garantiscono la massima resa  e inoltre sono esteticamente più belli ed eleganti. Proprio per queste ragioni spesso e volentieri si predilige l’installazione di bordure in pietra naturale soprattutto in luoghi e zone urbane di prestigio.

Europietre Giardini è un’azienda specializzata nella vendita e nel commercio di cordoli in granito con caratteristiche di durezza, resistenza al gelo, all’abrasione e allo scivolamento. Scoprite tutte le tipologie disponibili a magazzino scaricando il nostro catalogo tecnico!

#europietregiardini

Per maggiori informazioni compilate il nostro modulo di contatto