L’antico in giardino: operazioni di intervento e valorizzazione

Un conto è progettare di nuovo, un’altra cosa è invece intervenire sull’antico. Chi decide di metter mano ad una vecchia costruzione dovrà inevitabilmente scontrarsi con ostacoli e preesistenze che possono condizionare alcune scelte. Un vincolo potrebbe far variare parte del progetto.

A questo proposito vogliamo illustrare un intervento effettuato in una casa colonica, per la quale i padroni hanno richiesto l’operazione di salvataggio per un pioppo centenario situato accanto alla loro abitazione e ridotto in condizioni piuttosto critiche. Rami secchi, altri spezzati dalle intemperie, rottami dimorati ai suoi piedi, scortecciature e tanto altro, questa era la triste immagine del pioppo percepibile agli occhi di tutti.

Le fasi del recupero…

Iniziarono così i lavori di restauro: l’impresa edile piazzò la gru da cantiere adiacente al pioppo, i rami “fastidiosi” furono abbattuti. Anche se nessuno ci avrebbe scommesso un soldo bucato, ne valeva la pena tentare. L’intervento di recupero è continuato pensando alla salute delle radici. E’ stato sparso ammendante sabbioso di giusta granulometria, interrandolo per quanto possibile, estendendo l’operazione a tutto il lotto. Questo ha favorito il rigenero di nuove piccole radici che, a loro volta, hanno alimentato la nascita di piccole foglioline un po’ su tutta la pianta. E’ stata eseguita una potatura di tipo conservativa per ribilanciare questo “monumento verde”, cercando di dargli una forma esteticamente gradevole.

….e la riprogettazione del contesto

In seguito al recupero del pioppo centenario, è stato indispensabile pensare alla riprogettazione del contesto. Per pavimentare il trottatoio adiacente al cortile sono stati utilizzati cubetti in pietra di Luserna e porfido. Il percorso del trottatoio si interrompe poi bruscamente per dare spazio ad un disegno tondo di cubetti di porfido posati completamente a secco, che fanno da cornice al maestoso pioppo. La posa a secco permette alle radici di respirare ed offre molteplici vantaggi agronomici. A pochi centimetri dal pioppo è stato inoltre inserito un anello di metallo per sorreggere la pavimentazione a secco e, all’interno di esso, sono stati posizionati dei ciottoli di fiume.

Intervenire sull’antico significa valorizzare e ricucire armonicamente elementi preesistenti coniugando elementi classici e contemporanei. Un pioppo in passato vecchio e malandato, è stato riportato alla vita diventando il fulcro del progetto.

#europietregiardini

Per maggiori informazioni compilate il nostro modulo di contatto

Rispondi