Pavimentazione in pietra: l’importanza delle fondazioni e dei sottofondi

Quando si realizza una pavimentazione in pietra è fondamentale assicurarsi che le fondazioni garantiscano solidità e che il sottofondo sia adeguato. Scopriamo insieme perché questi due aspetti sono così importanti.

Le fondazioni

La fondazione sulla quale è posata una pavimentazione in pietra svolge un ruolo fondamentale per quanto riguarda la solidità e la durata dell’opera stessa. Non è infatti difficile imbattersi in pavimentazioni danneggiate a causa di un’errata preparazione di fondazioni e sottofondi.

La soluzione più moderna ed efficace è la costruzione di una fondazione in calcestruzzo armato con rete metallica. Questa tecnica offre un’ottima resistenza nel tempo, ostacolando inoltre la formazione di piccoli avvallamenti o movimenti del terreno. La fondazione in calcestruzzo rende il suolo parzialmente impermeabile, limitando l’assorbimento delle acque piovane da parte del sottosuolo.

La fondazione dovrà essere sagomata in relazione alla pavimentazione finita, con le pendenze adeguate. Essa dovrà risultare sostanzialmente parallela alla pavimentazione, in modo da avere omogeneità nella quota del sottofondo.

La quota delle fondazioni, cioè il dislivello tra piani finiti della pavimentazione e piano finito del getto di fondazione , è lo spessore in cui saranno inseriti il letto di posa e l’elemento lapideo. In relazione allo spessore degli elementi lapidei da collocare, dovranno essere calcolati i piani finiti del getto di fondazione. Dati i diversi spessori dei prodotti in pietra naturale, lo spessore della quota dovrà essere calcolato sommando lo spessore minimo dell’elemento ed il letto di posa.

I sottofondi

Il sottofondo, denominato anche letto di posa, è invece lo strato di materiale sul quale vengono posizionati i materiali lapidei per la formazione della pavimentazione. Quest’ultimo è solitamente costituito da sabbia, pietrisco o sabbia e cemento se si tratta di pavimentazioni costituite da cubetti e ciottoli. Il letto di posa deve essere invece composto da malta cementizia se si parla invece di pavimenti in lastre o a mosaico.

Se verranno quindi seguite queste procedure ed utilizzati i giusti materiali, le pavimentazioni esterne in pietra naturale di strade, centri storici o piazze avranno una durata maggiore, e difficilmente saranno soggette a danneggiamenti o a movimenti del terreno.

#europietregiardini

Per maggiori informazioni compilate il nostro modulo di contatto

Una risposta a “Pavimentazione in pietra: l’importanza delle fondazioni e dei sottofondi”

Rispondi