L’organo in pietra suonato dal mare

Passeggiando sul lungomare di Zara, una delle più importanti città costiere della Croazia, ci si può imbattere nel primo organo musicale in pietra suonato dal mare.

Questa maestosa opera denominata Morske Orgulje  venne progettata nel 2005 dall’architetto Croato  Nikola Bašić diventando subito l’indiscussa protagonista musicale nel centro della città di Zara. Essa è in grado di regalare ad ogni visitatore un’esperienza esaltante e commovente allo stesso tempo, dove l’ingegno dell’uomo e l’imprevedibile vitalità della natura si sposano perfettamente.

L’organo costruito sul lungomare è composto da semplici ed eleganti scalini scolpiti in pietra bianca comprendenti 35 canne d’organo di dimensioni e inclinazioni differenti collegate a loro volta a differenti corde musicali, per ottenere effetti acustici di vario tipo. I tubi musicali, che sfruttano il movimento delle onde e del vento per produrre dei veri e propri suoni, sono collocati in modo da raggiungere una comunicazione con la natura, promuovendo così un’unione tra ambiente ed architettura.

I suoni prodotti da questo organo marino in pietra, naturalmente, non sono mai uguali, basta una cresta d’onda irregolare o un moto ondoso particolare ed ecco che improvvisamente la melodia cambia di tono e di note, modulate secondo i sette accordi e le cinque tonalità che l’architetto Bašić ha voluto installare nell’insieme delle canne d’organo.

 Il Morske Orgulje   lascia davvero stupiti. Siamo abituati al mare, al suono ciclico delle onde che giungono a riva una dietro l’altra, ma a Zara non è più così. E’ stata infatti creata un’opera in grado di trasformare tutto questo in un canto armonioso e piacevole all’udito. L’organo produce un suono magico, rasserenante e misterioso allo stesso tempo, che si diffonde lungo le sponde affascinando i visitatori che restano in contemplazione del mare cullati dalla musica singolare che li avvolge.

Quello che prima era un tratto di mare spopolato e poco frequentato oggi si è trasformato in un luogo di incontro molto amato e visitato non solo dai turisti ma anche dalla popolazione locale, sorpresa da ciò che la natura può regalare unendosi all’architettura.

Fonte immagine: Azula.com

#europietregiardini

Per maggiori informazioni compilate il nostro modulo di contatto

Rispondi